Grazie a Cipro Nord la Turchia si smarca dall’Europa

 

di Luca Troiano

1. Da un anno le prospettive di riunificazione di Cipro e dell’adesione della Turchia all’Unione europea sono sempre più remote. I due elementi sono intimamente collegati.
Cipro è divisa dal luglio 1974, quando la Turchia invase l’isola dopo un colpo di stato sostenuto dal governo greco nell’ambito di un fallito tentativo di Enosis (unione) con la Grecia. Nel 1983 la parte occupata si è autoproclamata indipendente, assumendo il nome di Repubblica Turca di Cipro del Nord, riconosciuta solo dalla Turchia. L’entità è affidata alla protezione dell’esercito turco, presente con 30.000 uomini (40.000 secondo fonti non confermate), e sulle generose sovvenzioni annuali da Ankara.
Continua a leggere