Usa: 225.000 morti e 4.400 miliardi di dollari, i costi delle guerre

di Luca Troiano

La global war on terror lanciata dagli Stati Uniti in seguito agli attacchi dell’11 settembre ha lasciato sul terreno 225.000 morti per un costo complessivo fino a 4.400 miliardi di dollari, secondo un nuovo studio pubblicato dalla Brown University*. Aggiornando così la precedente stima a 3000 miliardi redatta dal Premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz.

Il rapporto, redatto da un gruppo di ricercatori e reso noto la scorsa settimana, prende in esame non solo le due guerre in Iraq e Afghanistan, ma anche le campagne di lotta al terrorismo in Pakistan e Yemen, oltre alle operazioni navali antipirateria nell’Oceano Indiano e il lavoro di intelligence nel prevenire e neutralizzare ulteriori attentati.
La conclusione, secondo gli autori, è che i governi in procinto di intraprendere una guerra quasi sempre sottovalutano sia la potenziale durata che i costi del conflitto, da un lato, mentre sopravvalutano “gli obiettivi politici che possono essere raggiunti con l’uso della forza bruta”, dall’altro.

Continua a leggere

Annunci