Il “non senso” della #democrazia in #Egitto

La democrazia non si risolve solo nel mero rituale delle elezioni, ma le elezioni – o meglio le condizioni in cui queste hanno luogo – sono quasi sempre un indice fedele dello stato di salute di una democrazia. Quelle parlamentari in Egitto – le seconde dalla caduta di Mubarak nel 2011 – ad esempio, restituiscono l’immagine di una democrazia malata, per non dire già passata a miglior vita. Come si aspettavano quasi tutti, infatti, la prima fase del voto indica che proprio il partito del presidente (controllato dai servizi segreti) dominerà il prossimo parlamento.

[Continua su Il Falso quotidiano]

__________________________________________

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...